Home » Il centro missionario » Cooperazione

Cooperazione

In merito alla Cooperazione

Cooperazione nell’evangelizzazione

 

Il primo livello di cooperazione riguarda la Diocesi negli impegni presi con altre Chiese in ordine all’evangelizzazione.

La cooperazione missionaria tra Chiese sorelle, fortemen- te sollecitata dopo il Concilio, avviene sul piano spiritua- le della preghiera, su quello pastorale dello “scambio di doni” e su quello della solidarietà economica.

 

Personale apostolico non italiano operante nella pastorale in Italia

Un capitolo nuovo della pastorale missionaria riguarda la presenza in Italia di personale apostolico proveniente da altri Paesi. Possiamo qui individuare il secondo livello della cooperazione. Il CMD ha un ruolo specifico, spesso a fianco di Migrantes, per quanto riguarda l’inserimento e l’opera in Italia di presbiteri e di altri operatori pastorali non italiani.

 

Cooperazione per l’universalità e la condivisione

 Un terzo livello riguarda la cooperazione delle Chiese lo- cali nella missione universale della Chiesa. È coordinata dalle Pontificie Opere Missionarie e ha la sua espressione prevalente nell’Ottobre missionario.

Questo livello di cooperazione, che si riassume nello slo- gan “ogni Chiesa per tutte le Chiese”, deve essere forte- mente sostenuto dal CMD, mediante, per esempio, l’orga- nizzazione di veglie di preghiera e altre forme di parteci- pazione spirituale e di informazione sull’opera missiona- ria della Chiesa per tutto il popolo di Dio.

Il CMD deve anche ricordare a tutte le comunità e a tutti gli altri soggetti missionari la norma per cui nel mese di ottobre nessuna iniziativa particolare può essere presa al di fuori di questa prospettiva e nessuna raccolta di aiuti può essere fatta che non sia destinata al Fondo Universale di Solidarietà delle POM.

Una volta celebrata la Giornata Missionaria Mondiale il CMD si preoccuperà di raccogliere le offerte fatte in ogni comunità e di inviarle sollecitamente a Missio, che le trasmette ai destinatari su istruzione dello stesso Fondo.

Ogni anno Missio cura la spedizione di due resoconti de stinati ai Vescovi e ai CMD:

–  il fascicolo Il contributo delle Diocesi italiane al Fondo Universale di Solidarietà delle Ponticie Opere Missiona- rie, con l’indicazione di quanto raccolto a livello locale e consegnato al FUS;

–  La Ponticia Cooperazione Missionaria con la destina zione delle offerte ai beneficiari.

Si tratta di due strumenti utili per comunicare i risultati economici a tutta la Diocesi e garantire la massima trasparenza.

 

 

Criteri di fondo per gli impegni economici della coo- perazione.

 Le attività di cooperazione missionaria com- portano spesso un impegno di risorse economiche a cui il CMD deve necessariamente provvedere, impegnandosi tanto nel raccogliere offerte quanto nel gestirle e inviarle a destinazione.

 

Promuovere lo sviluppo educando le coscienze.

 La missione si svolge ancor oggi, per gran parte, in quelle regioni del Sud del mondo dove sono più urgenti l’azio- ne per lo sviluppo integrale e la liberazione da ogni op- pressione. La missione della Chiesa non è di operare di- rettamente sul piano economico e politico, ma consiste essenzialmente nell’offrire ai popoli un “essere di più”, ri- svegliando le coscienze con il Vangelo.

Valutare l’efficacia degli interventi.

 Alcuni missionari, sostenuti soprattutto dalle proprie comunità di origine, hanno a disposizione discreti capitali che permettono loro di realizzare progetti di una certa portata; altri non hanno le stesse possibilità. Creare “isole felici” in contesti di miseria diffusa non aiuta la missione della Chiesa.

 

 

 Trasparenza e serietà nei bilanci, nella destinazione e nell’uso delle risorse

Nonostante le difficoltà econo- miche attuali, sono ancora tanti gli “amici delle missioni” che sostengono il compito esigente dei missionari nell’evangelizzazione e nella promozione umana in tutto il mondo.

 

Cooperazione e nuovi stili di vita.

I progetti di coope- razione possono essere l’occasione per un richiamo alla conversione del cuore di ogni uomo e un invito ad assu- mere uno stile di vita conforme al Vangelo e attento alle sfide e ai problemi di oggi. La documentazione relativa al progetto, messa a disposizione dall’organismo proponen- te, deve aiutare a informare sulle grandi ingiustizie e sui temi della povertà, dello sviluppo, dello sfruttamento a livello mondiale, suggerendo proposte concrete per cam- biare il nostro stile di vita.

 

Vaticano

Vaticano - CMD Pinerolo

Evangelii gaudium

Vita Diocesana

Giornale Vita Diocesana

links Missionari

links Missionari - CMD Pinerolo

editrice missionaria italiana

links Missionari - CMD Pinerolo

Mondo e Missione

links Missionari - CMD Pinerolo

Economia umana

links Missionari - CMD Pinerolo

Luci nel mondo

links Missionari - CMD Pinerolo

La povertà è un furto

CMD Pinerolo

Convegno di Sacrofano 2014

CMD Pinerolo

Canale Youtube